Montecalvo Irpino    ottobre 2002

HomePage ArchivioAnni ArchivioMesi    

Pagine personali - Michael Schumacher - La Vita

di - Mauro Cardillo

 
MICHAEL SCHUMACHER,SOPRANNOMINATO SCHUMMY, E' NATO A HURT-HERMULHEIM, UN PICCOLO PAESE DIFFICILE DA PRONUNCIARE, IL 3 GENNAIO 1969.PRIMA DI TRASFERIRSI A MONTECARLO, HA VISSUTO CON I GENITORI A KERPEN, NEI PRESSI DI COLONIA, DOVE IL PADRE GESTISCE UNA PISTA DI KART E LA MADRE POSSIEDE UN CHIOSCO IN CUI SI VENDONO WURSTEL E PATATINE FRITTE.
CRESCIUTO IN MEZZO AI MOTORI, SCHUMACHER HA GUIDATO IL SUO PRIMO KART ALL'ETA' DI QUATTRO ANNI, PROPRIO COME FECE, PRIMA DI LUI, AYRTON SENNA.C'E' CHI LO HA DEFINITO UN CAMPIONE CIBERNETICO, STUDIATO AL COMPUTER E ALLEVATO CON CURA PER CONQUISTARE IL MONDIALE DI F.1.
DI SICURO, IL FATTO DI NASCERE IN UNA FAMIGLIA CON LA PASSIONE PER LE CORSE HA AVUTO UN PESO DETERMINANTE NEL DESTINO DI SCHUMACHER.MA SENZA TALENTO NON SI RIESCE AD ANDARE MOLTO LONTANO: E CHE IL PICCOLO MICHAEL NE AVESSE DA VENDERE, LO SI VIDE FIN DALL'INIZIO, QUANDO DIVENNE UNA VERA STELLA NEL GIRO DEI KART TRA COLONIA E DINTORNI.
IL PADRE LO AIUTO' MOLTO, RECUPERANDO I PEZZI DI RICAMBIO (SOPRATTUTTO DI SECONDA MANO) E LE GOMME PER PERMETTERGLI DI CORRERE E, COME GLI CAPITAVA SPESSO, VINCERE. QUANDO DIVENNE NECESSARIO INVESTIRE PIU' SOLDI PER ACCEDERE ALLE GARE DI MAGGIOR SPICCO, LA FAMIGLIA SCHUMACHER TROVO' UN MECENATE IN JURGEN DILK, CHE E' OGGI UNO DEI MIGLIORI AMICI DI MICHAEL E CHE RIMASE IMPRESSIONATO DALLE SUE CAPACITA'.
SU UN FURGONE, DILK PORTO' IN GIRO PER LA GERMANIA E L'EUROPA IL GIOVANE SCHUMACHER, CHE RICAMBIO' TANTA FIDUCIA A SUON DI VITTORIE. CON I KART, MICHAEL E' STATO, INFATTI, CAMPIONE TEDESCO JUNIORES NEL 1984 E 1985, E POI CAMPIONE EUROPEO E TEDESCO NEL 1987.
SCHUMACHER AVEVA GIA' ALLORA UNA MOTIVAZIONE E UNA VOGLIA DI PRIMEGGIARE IMMENSE, CHE LO DISTINGUEVANO DAI RIVALI.ACCANTO ALLE DOTI DI GUIDA, SVILUPPO' UNA NOTEVOLE CONOSCENZA PER LA MECCANICA, CHE CONTINUA AD AGEVOLARLO ANCOR OGGI.
SEGUITO DALL'AMICO DILK, MICHAEL SCHUMACHER DEBUTTO' SULLE MONOPOSTO DI FORMULA KONIG NEL 1988, LAUREANDOSI SUBITO CAMPIONE TEDESCO DELLA CATEGORIA. CONTEMPORANEAMENTE,GAREGGIO' ANCHE IN FORMULA FORD.NON GLI CI VOLLE MOLTO PER FARSI NOTARE DA WILLI WEBER, TITOLARE DI UNA SQUADRA DI FORMULA 3 E ATTUALE MANAGER DI SCHUMACHER. DA FURBO UOMO D'AFFARI, WEBER INTUI' LE GRANDI POSSIBILITA' DI MICHAEL, TANTO CHE GLI FECE FIRMARE, CON LUI, UN CONTRATTO DECENNALE PER SEGUIRLO NELL'EVOLVERSI DELLA CARRIERA.
IN FORMULA 3, SCHUMACHER SI PIAZZO' TERZO NEL CAMPIONATO TEDESCO DEL 1989, VINCENDO POI A FINE STAGIONE UNA DELLE DUE MANCHE DEL GP DI MACAO.UN ANNO IMPORTANTE FU IL 1990, NEL CORSO DEL QUALE VENNE INGAGGIATO DALLA SAUBER-MERCEDES PER CORRERE NEL CAMPIONATO MONDIALE PER VETTURE SPORT E CONQUISTO' IL TITOLO DI CAMPIONE TEDESCO DI FORMULA 3.
NEL 1991, OLTRE A CONTINUARE A CORRERE CON LA SAUBER-MERCEDES, SCHUMACHER DEBUTTO' IN FORMULA 1 CON LA JORDAN NEL GP DEL BELGIO.FLAVIO BRIATORE, DELLA BENETTON, LO MISE SOTTO CONTRATTO, STRAPPANDOLO ALLA JORDAN E SOLLEVANDO SCALPORE E POLEMICHE, A PARTIRE DAL SUCCESSIVO GP D'ITALIA A MONZA.
IL RESTO E' STORIA ATTUALE:IN POCO PIU' DI QUATTRO ANNATE COMPLETE IN FORMULA 1, SCHUMACHER HA VINTO 19 GP, LAUREANDOSI CAMPIONE DEL MONDO NEL 1994 E 1995.SI PUO' DIRE CHE MICHAEL SIA NATO PER CORRERE.POSSIEDE UN' ISTINTIVA CAPACITA' DI FAR CORRERE, AL LIMITE DELL'USCITA DI STRADA, QUALUNQUE VEICOLO SUBITO DOPO AVERCI SALITO SOPRA.
GARY ANDERSON, PROGETTISTA DELLA JORDAN, DOVETTE RICHIAMARLO PIU' DI UNA VOLTA AI BOX, PREOCCUPATO DALLE SUE PRESTAZIONI, IL PRIMO GIORNO IN CUI MICHAEL PROVO' UNA MONOPOSTO DI FORMULA 1, A SILVERSTONE.IL CAMPIONE TEDESCO HA POI UN AMORE INNATO PER LA MECCANICA, OLTRE A UNA GRANDA SENSIBILITA' COME COLLAUDATORE.
LA PREPARAZIONE FISICA RAPPRESENTA UN ALTRO DEI PUNTI DI FORZA DI MICHAEL CHE, DA QUANDO E' ADOLESCENTE, HA SEMPRE DEDICATO MOLTO TEMPO ALL'ALLENAMENTO, TANTO CHE PUO' ESSERE CONSIDERATO UN VERO ATLETA, CHE DIVIDE IL SUO TEMPO LIBERO TRA LA PALESTRA E LA BICICLETTA. IN SELLA A QUEST'ULTIMA, E' IN GRADO DI ALLENARSI CON UN PROFESSIONISTA, AI MASSIMI LIVELLI, COME TINY ROMINGER, IL CAMPIONE SVIZZERO VINCITORE DEL GIRO D'ITALIA 1995, SUO AMICO E VICINO DI CASA A MONTECARLO.
LO SCORSO ANNO, MICHAEL SI E' SPOSATO CON CORINNE BETSCH, CHE SPESSO LO ACCOMPAGNA, INSIEME AL CANE DI FAMIGLIA, AI GRAN PREMI.MA OGGI E' GIA' ORA DI UN'ALTRA FAVOLA, PERCHE' IL FUTURO DI MICHAEL SI CHIAMA FERRARI.
 

RITORNA ALLA HOMEPAGES

 

 

 
   
Argomento
Index
La Vita
La Carriera
   
 
   
   
   
   
   
   
   
   
   

 Irpino.it -Tutti i diritti riservati